Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.nodalmolin.it/home/config/ecran_securite.php on line 283
guerra | No DalMolin

Questa terra è la nostra terra.


guerra

La nostra mobilitazione è, prima di tutto, contro la guerra e le sue basi. Non vogliamo essere complici delle distruzioni e dei lutti portati dai militari statunitensi in mezzo mondo; non vogliamo ospitare coloro che seminano lutto e disgrazie. Opporsi al Dal Molin significa, prima di tutto, provare a mettere un granello di sabbia nei meccanismi della guerra.

22 ottobre 2012

Afghanistan oggi. UNO SGUARDO DA VICENZA, CITTA’ MILITARE

L’AFGHANISTAN NON RACCONTATO TRA IMMAGINI E PAROLE
Giornalismo, fotografia e impegno civile nel primo incontro organizzato dalla SCA
Inizio del progetto LUMM

18 ottobre 2012

La guerra è il male assoluto: fermare Site Pluto

di Angelo Azzalini

Non sono nativo di Longare, paese in cui abito stabilmente dall’agosto del 1986 ed in precedenza abitavo e lavoravo sui colli Euganei. La mia vita era concentrata soprattutto sugli aspetti familiari e professionali e nella mia innocenza pensavo che i militari avessero una funzione difensiva.

12 ottobre 2012

Site Pluto: il CoMiPar si esprimerà sul nulla. 21 ottobre passeggiata popolare

Sette paginette nel quale si ripetono, con parole diverse, gli stessi concetti: il progetto per il nuovo centro di addestramento militare statunitense a Site Pluto sarà sostenibile, otterrà le certificazioni LEED, sarà gradevole alla vista e avrà tutti gli standard tecnologici di sicurezza e antisismici di una base militare.

4 ottobre 2012

Autotrasporteve a casa vostra: al via la campagna d’autunno contro le servitù militari

Nella giornata di oggi si è svolta la conferenza stampa davanti all’installazione militare Site Pluto, per dare il via alla campagna contro le servitù militari.

4 ottobre 2012

Gruppo Donne del Presidio Nodalmolin a Niscemi contro il progetto MUOS

L’estensione della presenza USA in Italia, in questi ultimi anni, è diventata inquietante per la nostra democrazia e non interessa solo la città di Vicenza e provincia, ma anche altre regioni.

23 settembre 2012

Desecretazione degli accordi militari Usa Italia: la versione dellambasciatore Spogli

Pubblichiamo un cablogramma dell’ambasciata Usa in Italia nel quale Ronard Spogli sconsigliava la desecretazione degli accordi del 1954. Questa scelta "potrebbe - scrive l’ex ambasciatore - restringere la nostra libertà di azione circa le forze attualmente dislocate in Italia"

13 settembre 2012

Basta basi di guerra a Vicenza: più di mille fiaccole in corteo

Più di mille persone hanno partecipato, giovedì sera, alla fiaccolata che ha attraversato il centro di Vicenza contro il nuovo progetto di costruzione di un centro d’addestramento militare d’avanguardia a Site Pluto. Una manifestazione per dichiarare, ancora una volta, l’opposizione alla presenza di installazioni militari nel nostro territorio.

11 settembre 2012

Appello

SITE PLUTO, IN PIAZZA LA NOSTRA DIGNITA’

GIOVEDI’ 13 SETTEMBRE - ORE 20.30
PIAZZA CASTELLO - VICENZA

Una nuova base militare, laddove ci sono cunicoli e gallerie che, per decenni, hanno ospitato ordigni nucleari. Un’installazione misteriosa, circondata da 350 metri di muro in cemento armato alto sei metri. Un centro d’addestramento costruito sui pendii dove, oggi, ci sono i boschi dei colli berici. E’ il nuovo progetto militare statunitense. E’ il futuro di Site Pluto secondo i generali a stelle e strisce, alla disperata ricerca di spazi dove addestrare alla guerra i propri soldati.

9 settembre 2012

Analfabeti di ritorno?

E così, il Direttore de Il Giornale di Vicenza Ario Gervasutti ha atteso il giorno della Santa Messa per esternare il suo personale punto di vista su Site Pluto. Nulla di male: il quotidiano è nelle sue mani ed è un fatto assodato che, la domenica, la voce degli industriali vicentini riesca a vendere qualche copia in più.

6 settembre 2012

Pluto Longare Vicenza alle guerre in Africa

di Antonio Mazzeo

Per decenni è stata la punta avanzata della follia strategica Usa e Nato che ritenevano possibile una guerra nucleare “limitata” per contenere l’avanzata delle truppe sovietiche nel nord-est d’Italia. A Site Pluto, installazione militare top secret, occultata tra le caverne carsiche e i boschi del comune di Longare (Vicenza) sono state immagazzinate le testate nucleari del tipo W-79 con una potenza tra i 5 e i 10 kiloton e W-82 da 2 kiloton, destinate agli obici a corto raggio M-109 e M-110 dell’esercito Usa e ai missili Nike Hercules della vicina base dell’Aeronautica italiana di San Rocco. Poi Longare è caduta in sonno per risvegliarsi all’alba delle nuove campagne militari del Pentagono in terra d’Africa. Adesso che i lavori di costruzione della megainstallazione della 173^ Brigata aviotrasportata volgono al termine nell’ex aeroporto Dal Molin e il comando di US Army Africa è pienamente operativo, servono nuovi poligoni per addestrare i reparti di Vicenza. E Site Pluto, con chissà quante altre aree demaniali in Veneto e Friuli, è pronto a fare la sua parte.

Sfoglia: | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | ... | 20 |
In primo piano
Sabato 7 Ottobre cerimonia in ricordo di Olol
Multimedia
 
I più cliccati
No Dal Molin: The Antibase Movement in Vicenza