Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.nodalmolin.it/home/config/ecran_securite.php on line 283
guerra | No DalMolin

Questa terra è la nostra terra.


guerra

La nostra mobilitazione è, prima di tutto, contro la guerra e le sue basi. Non vogliamo essere complici delle distruzioni e dei lutti portati dai militari statunitensi in mezzo mondo; non vogliamo ospitare coloro che seminano lutto e disgrazie. Opporsi al Dal Molin significa, prima di tutto, provare a mettere un granello di sabbia nei meccanismi della guerra.

6 dicembre 2013

Infrastrutture dell’occupazione: una nuova strada israeliana nel villaggio palestinese di al-Walaja

Una nuova strada israeliana devasta il già martoriato territorio di al-Walaja. Questo villaggio palestinese si trova nel dipartimento di Betlemme, a pochi chilometri da Gerusalemme, ed è già sotto effettivo controllo israeliano. Del suo territorio storico solo il 14% rimane oggi ai suoi abitanti. La nuova strada sorgerà su un’ampia porzione di terra coltivata ad ulivi, di proprietà di alcune famiglie del villaggio.

12 novembre 2013

Il MUOS di Niscemi strumento di guerra del XXI secolo

Il MUOS (Mobile User Objective System) è il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari che permetterà il collegamento della rete militare USA (centri di comando, controllo e logistici e gli oltre 18.000 terminali militari radio esistenti, tutti gli utenti mobili come droni, cacciabombardieri, unità navali, sommergibili, reparti operativi, missili Cruise, ecc.), accrescendo esponenzialmente la velocità e il numero delle informazioni e dei dati trasmessi nell’unità di tempo e rendendo sempre più automatizzati e disumanizzati i conflitti del XXI secolo. Consentirà inoltre di propagare universalmente gli ordini di guerra convenzionale e/o chimica, batteriologica e nucleare e finanche quelli per manipolare il clima e l’ambiente.

22 ottobre 2013

Basi Usa in Italia: perché sempre più strategiche. Inchiesta americana.

“Il Pentagono ha speso negli ultimi due decenni centinaia di milioni di dollari in basi militari in Italia, rendendo quel paese un centro sempre più importante per la potenza dell’esercito Usa.

8 ottobre 2013

The italian job

come il Pentagono sta creando una nuova rampa di lancio europea per le guerre degli Stati Uniti
La percentuale delle forze Usa in Europa con sede in Italia è triplicato dal 1991.

8 ottobre 2013

Italia "base di lancio" delle guerre Usa

Solo da noi le truppe non diminuiscono. Oggi le truppe americane in Italia sono il 15% di quelle in Europa, rispetto al 5% del 1991. In aumento gli investimenti del Pentagono: dalla fine della guerra fredda spesi qui 2 miliardi di dollari. Aviano e Sigonella sempre più strategiche

8 settembre 2013

Caracciolo al #festivalnodalmolin2013: il video

Il video completo della serata con Lucio Caracciolo, ospite del Festival NoDalMolin lo scorso 5 settembre. Con lui, riflessioni a 360 gradi sull’attualità, la guerra, le installazioni militari.

6 settembre 2013

Il vescovo di Vicenza: «Sono contrario alla costruzione di nuove basi militari»

Monsignor Beniamino Pizziol invita al digiuno contro l’intervento militare in Siria e condanna il possibile coinvolgimento del territorio vicentino.

5 settembre 2013

Blitz al Dal Molin: le nostre ragioni

A tarda mattina del 4 settembre, noi attivisti del Presidio Permanente No Dal Molin siamo entrati all’interno della nuova base Usa, dopo aver tagliato alcune centinaia di metri di recinzione e filo spinato, e impiantato al suo interno le bandiere del nostro movimento. L’occasione che ci ha sinto a compiere questo atto è l’imminente guerra in Siria, ma dietro a questa azione si celano molti altri sentimenti.

30 agosto 2013

Intervista ai NoMuos

Antonio Mazzeo e Fabio d’Alessandro al Festival NoDalMolin 2013: i fratelli di cesoia NoMuos si confrontano con i NoDalMolin

30 agosto 2013

No alla guerra in Siria

«Questo dunque è il problema che vi presentiamo, netto, terribile e inevitabile: dobbiamo porre fine alla razza umana oppure l’umanità dovrà rinunciare alla guerra?»
Lo scrivevano Bertrand Russell e Albert Einstein nel 1955.

Sfoglia: | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | ... | 20 |
In primo piano
il totem delle grandi opere
Multimedia
 
I più cliccati
La sconvolgente storia di Diego Garcia