Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.nodalmolin.it/home/config/ecran_securite.php on line 283
Parco della Pace | No DalMolin

Questa terra è la nostra terra.


Parco della Pace

Il Parco della Pace è un’area enorme, sterminata. Rappresenta un ghiotto boccone per gli scomodi vicini che stanno costruendo la nuova base militare (e che, prima o poi, vorrebbero allargare il proprio recinto) e per i tanti palazzinari grandi e piccoli che fanno scempi in giro per Vicenza e l’Italia.

Ma rappresenta anche una grande opportunità, la nostra opportunità. E’ lo spazio in cui continuare l’opposizione alla guerra e alla militarizzazione, ma anche il luogo nel quale sperimentare concretamente quelle forme e quelle pratiche partecipative di cui parliamo da anni: l’AltroComune di Vicenza, ovvero la voglia e l’aspirazione di costruire forme di gestione della nostra terra e della nostra quotidianità non più delegate a qualcuno, ma fatte del contributo di ognuno di noi.

12 settembre 2011

Parco della Pace: il documento presentato al sindaco Variati

Pubblichiamo di seguito il documento sottoscritto da una quindicina di comitati e realtà associative vicentine e presentato al sindaco Variati durante la visita al Parco della Pace di domenica 11 settembre 2011.

6 maggio 2011

Questa volta è scritto nero su bianco: il Parco della Pace è realtà

Dopo anni di mobilitazioni, Vicenza avrà finalmente il Parco della Pace. Con la delibera approvata dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), che annulla la precedente delibera con cui si stanziavano 11,5 milioni di euro per la rototraslazione della vecchia pista aerea del Dal Molin, dirottando quei soldi alla realizzazione del parco, si sancisce una cosa in maniera chiara e netta: la lotta delle donne e degli uomini di Vicenza ha pagato, ottenendo un primo, straordinario risultato.
Uno spazio immenso di 600.000 metri quadri, ora circondato da filo spinato, cartelli minacciosi che la indicano quale “area militare”, con trinariciuti e assillanti carabinieri onnipresenti, a ridosso del cantiere più contestato della storia vicentina, quello della base Usa, diventerà uno spazio libero, patrimonio della città.

19 marzo 2011

Assaggi di Parco della Pace

Se non ci fossero gli immancabili agenti, sembrerebbe davvero già un grande parco urbano; e invece loro sono ancora lì, a presidiare una rete che separa dal resto della città il cantiere statunitense. Ma al di là di questa ingombrante presenza, il Parco della Pace è tornato ad aprirsi per i vicentini che, nonostante la pioggia e il primo temporale dell’anno, hanno varcato i cancelli solitamente chiusi per la “giornata delle erbe di campo” organizzato da TerraMadreVicenza.

11 marzo 2011

Siamo tutt* giardinieri: giù le mani dal Parco della Pace

In testa i giardinieri indagati, con zappe, carriole di terra e rastrelli. Poi, lo striscione “anche io voglio entrare al Parco della Pace" e, a seguire, 600 vicentini con, in mezzo al corteo, il bandierone arcobaleno che ha attraversato tutte le manifestazioni di questi anni di mobilitazione vicentina.

11 marzo 2011

Mettici la faccia

«Anche io voglio entrare al Parco della Pace»

PHOTOGALLERY E’ nata come iniziativa di solidarietà verso i 43 indagati (guarda le foto segnaletiche), ma è diventata subito una rivendicazione: «anche io voglio entrare al Parco della Pace!». Mandaci la tua foto a comunicazione@nodalmolin.it, la pubblicheremo insieme alle altre!

6 marzo 2011

Parco della Pace: tagliare l’erba è reato. 43 indagati, venerdì fiaccolata

Del carabiniere sceso dalla sua auto con la pistola in pugno e fare minaccioso verso i manifestanti non se ne sa più nulla, ma in compenso l’arma non ha mancato di mettere sotto indagine 43 persone per l’iniziativa del 24 e 25 aprile 2010, quando centinaia di persone attraversarono il Parco della Pace – aperto per l’occasione – e organizzarono all’interno un pic nic e un concerto.

5 marzo 2011

«Nessuno deve scippare il parco dal molin a Vicenza»

Negli ultimi tempi si è scatenata una vera e propria offensiva contro il Parco della Pace da parte di persone che furono tra coloro che favorirono la svendita di Vicenza per installarvi la base Usa al dal molin. È importante ricordare alcuni fatti.

27 febbraio 2011

Ladroni a casa nostra

Vorrebbero essere di lotta e di governo; sono servili a Roma e ciarlatani a Vicenza. Si riempono la bocca di federalismo e autonomia delle comunità locali, e poi corrono a Roma per gettarsi ai piedi di Gianni Letta e scongiurarlo di impedire la realizzazione del Parco della Pace e della volontà popolare. Ladroni a casa nostra che si nascondono nella sede della Lega Nord dove pianificano la devastazione del territorio e della democrazia che lo abita.

20 febbraio 2011

Parco della Pace: finita la raccolta firme, continua la mobilitazione

“Vogliamo il Parco della Pace. Lo vogliamo subito”. Sotto questo slogan migliaia di donne e uomini di Vicenza e non solo hanno apposto la propria firma, dopo aver dato vita – lo scorso 16 gennaio – a una bella e partecipata fiaccolata. Ora, la “fase uno” è conclusa: i banchetti per raccogliere le adesioni, infatti, sono finiti, come annunciato, un mese dopo l’avvio della petizione.

15 febbraio 2011

Il Parco della Pace? Cose dell’altro mondo

Non si vogliono proprio rassegnare. Una grande area verde nella ragnatela di cemento del nordest? Non esiste. Un prato senza capannoni e autofficine? Non si può vedere. Un territorio libero e fruibile per tutti i vicentini? Cose dell’altro mondo. Sono quelli del Patto per Vicenza e l’Associazione Popolari Europei che, di fronte alla volontà di tante donne e tanti uomini berici di vedere realizzato il Parco della Pace, propongono una bella colata di cemento per ospitare il centro polifunzionale della Protezione Civile.

Sfoglia: | 1 | 2 | 3 |
In primo piano
8 Novembre, soldiers go home; passeggiata popolare
Multimedia
 
I più cliccati
Provincia: «Verifica sulle falde al dal molin»